Malaria - Definizione/Etimologia - Infetivologo - Infettivologia - malattie infettive - virologo

Cerca
Vai ai contenuti

Menu principale:

Malaria - Capitolo 1

MALARIA


DEFINIZIONE/ETIMOLOGIA



E’ una Parassitosi  cioè una malattia provocata da parassiti, in particolare Protozoi del genere Plasmodium.
E’ senza dubbio la parassitosi più diffusa: si può manifestare con quadri clinici di diversa gravità, dall’attacco febbrile sino alla compromissione di uno o più organi potendo avere anche un’evoluzione sfavorevole.

Il termine “Malaria” deriva da un termine medioevale italiano ”MAL  ARIA”  che esprime la convinzione che la malattia fosse provocata da miasmi, cattive esalazioni, provenienti dall’acqua stagnante di zone malsane, paludose che, una volta respirate provocavano la febbre.

La malaria è sicuramente una delle malattie emergenti con maggiore diffusione nel mondo, rappresentando nei Paesi tropicali e subtropicali una delle principali cause di mortalità, ma la malattia si ritrova anche in Paesi della fascia temperata es. alcuni Paesi dell’ex Unione Sovietica o in alcune località della Turchia.


Questo sito non costituisce testata giornalistica.
Non ha carattere periodico ed è aggiornato secondo la disponibilità dell’autore.
Pertanto non può essere considerato in alcun modo un prodotto editoriale ai sensi della Legge. n. 62 del 7/3/2001
Data ultimo aggiornamento 01/07/2012
Contatta webmaster

 
Torna ai contenuti | Torna al menu